Vino di Visciole PDF Stampa E-mail

Image Forse pochi sanno che il ciliegio deriva da due specie: il dolce ( Prunus Avium ) e l' acido ( Prunus Cerasus ), di quest'ultima specie fanno parte l'Amarena, la Marasca e la Visciola.

Il ciliegio Visciolo è da secoli diffuso nel territorio del Montefeltro, forse portato dagli immigrati dell'est venuti nella nostra zona dopo la famosa peste del 1300 che decimò molta forza lavoro nel zone dei feudi delle Marche.

La pianta spontanea si presenta sotto forma quasi arbustosa per via degli astoni che ogni anno spuntano dalle radici e vengono eliminati per dare vigore ad un unico fusto che cresce di dimensioni anche imponenti ( anche 8/10 metri ) se coltivato isolato e in luogo soleggiato; le foglie sono piccole a goccia allungata e di colore verde scuro; il frutto si presenta rosso scuro in fase di maturazione anche sulla polpa interna con il nocciolo amaro e ricco di tannino.

null

Ultimo aggiornamento ( lunedì 07 aprile 2014 )
 
< Prec.
 
Seleziona lingua:
  • Italian
  • German
  • English
Le origini del Vino Santo
Tecniche e Segreti Dimenticati
Il Vino di Visciole
L’affumicatura delle uve